Scopri Firenze

Firenze è talmente ricca d’arte, storia, scienza e di angoli meravigliosi, che sarebbe impossibile fare un elenco dei possibili percorsi e posti da visitare. Vogliamo, quindi, soltanto dare alcuni suggerimenti, considerando che poi tutte le nostre visite guidate sono assolutamente personalizzabili.

FIRENZE CLASSICA:

Il centro storico di Firenze offre tante possibilità di percorsi in esterno che permettono di conoscere la città da diverse prospettive, visitando i luoghi più famosi, ma con tagli diversi. Per acquisire una conoscenza generale si consigliano i tour di 2 o 3 ore.

Per chi vuole vedere dal vivo alcune delle opere d’arte più famose nel mondo, i musei da non perdere sono la Galleria dell’Accademia, che ospita il David di Michelangelo, e gli Uffizi, una delle pinacoteche più amate, dove troverete Botticelli, Michelangelo, Leonardo da Vinci, Raffaello, Tiziano, Caravaggio e molti altri. I tempi consigliati di visita guidata per questi musei sono di 1 ora per l’Accademia e 2 ore per gli Uffizi.

A Firenze ci sono anche tante e bellissime chiese, basiliche e santuari che sono musei a sé per l’importanza storica degli edifici e tutto ciò che conservano. Non si può però visitare la città ed ignorare il magnifico Duomo, Santa Maria del Fiore, con la splendida cupola rinascimentale di Filippo Brunelleschi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FIRENZE DEI MISTERI:

Scopri le storie segrete, leggende e curiosità nascoste nelle strade di Firenze. Storie di demoni, tradimenti, morti poco chiare, infedeltà, e dettagli che si nascondono davanti ai nostri occhi e che contengono significati da scoprire!

MUSEI MENO AFFOLLATI:

Per coloro che ormai conoscono la città, che l’hanno già visitata più volte, o semplicemente  per chi è interessato ad approfondire l’arte e la storia di Firenze, vi sono qui tanti musei che dovrebbero essere inclusi tra le prime scelte del visitatore, ma che purtroppo, a causa del turismo veloce e di pochi giorni, non si ha il tempo di scoprire. Eccone alcuni:

  • Museo del Bargello: il Museo Nazionale di scultura dove potrete ammirare i capolavori di Donatello, Della Robbia, Giambologna, Cellini, Ammannati, Michelangelo…

  • Museo dell’Opera del Duomo: il nuovo Museo del Duomo è stato inaugurato nel 2015, con un’impressionante ristrutturazione che lo ha dotato di più spazio per potere accogliere la vasta collezione di opere d’arte e altri oggetti creati per la cattedrale della città.

  • Museo Bardini: purtroppo dimenticato dal turismo, il Museo Bardini conserva una delle più belle (ma non l’unica) collezione privata d’arte di fine Ottocento e di inizio Novecento. Sicuramente riesce a trasmettere monumentalità, e a far stupire i visitatori alla sua scoperta.
  • Casa Davanzati: com’erano le case delle famiglie abbienti di fine Medioevo? Come venivano decorate e quali arredi e oggetti conservavano? Se siete curiosi, non potete perdervi la visita di questo splendido edificio in pieno centro della città.
  • Palazzo Medici-Riccardi:  .. e, parlando di case, un esempio di rinascimento e di barocco è senza dubbio l’edificio fatto costruire da Cosimo il Vecchio de’ Medici come dimora familiare. La sua architettura è pura e semplice, tipica del gusto rinascimentale fiorentino, e il suo interno conserva alcune decorazioni ancora rinascimentali, commissionate dai Medici, mentre  in altre stanze e sale si può vedere il cambiamento verso il gusto barocco, operato dalla famiglia Riccardi, che acquistò il palazzo nel 1659.

  • Palazzo Vecchio: edificio medievale, sede del governo della Repubblica Fiorentina e, per un breve periodo, anche Palazzo Ducale. Fu in questo momento storico che Cosimo I de Medici, Duca di Firenze, decise di trasferirsi  in questo palazzo, commissionando ai migliori artisti del momento la ristrutturazione e decorazione di quelle che sarebbero state le sale di rappresentanza del Duca e gli appartamenti privati.

  • Palazzo Pitti: ultima e più grande residenza dei Medici, Palazzo Pitti, costruito dalla famiglia Pitti (rivali dei potenti Medici), fu in seguito abitata dai Lorena e dai Savoia, diventando anche residenza di Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Napoleone, durante il periodo della dominazione napoleonica. L’edificio è ora sede di diversi musei, di cui il più importante è la Galleria Palatina, magnifica collezione di dipinti. Data la ricchezza e vastità di questa collezione, è consigliabile visitare la Galleria con una guida che vi possa aiutare nel percorso. Un’altra meta importante da non perdere a Palazzo Pitti  è il suo giardino, uno dei più splendidi della città: il Giardino di Boboli.
  • Museo Galileo: per gli amanti della scienza e per le famiglie con bambini, questo è il museo più indicato! Intitolato al padre della scienza moderna, questo museo vi mostrerà che Firenze è molto di più di Rinascimento, dipinti e sculture; la cultura e l’interesse per diverse materie da parte delle principali famiglie della città ci ha lasciato una grande diversità di collezioni, studi e oggetti.
  • Museo Archeologico: sapete che a Firenze si conserva la seconda collezione egizia più importante d’Italia dopo quella di Torino? Siamo convinti che questo museo vi stupirà, e che la sua raccolta greca, etrusca, egizia e romana vi farà innamorare.
  • Ville Medicee di Castello e La Petraia: usciamo dal centro storico della città, e immersi nel silenzio degli ulivi, dei cipressi e di mura di pietra, incontreremo ben due ville Medicee: la Villa di Castello e, poco più in su, La Petraia. Si tratta di due gioielli, patrimonio dell’Unesco insieme alle altre numerose ville dei Medici sparse in Toscana, ognuna con la propria storia da raccontare. La Villa di Castello è ora sede, dal 1972, dell’Accademia della Crusca: il suo interno non è pertanto visitabile, ma lo è il bellissimo giardino all’italiana voluto da Cosimo I, con grotte, animali mitologici e figure allegoriche. La villa La Petraia è stata invece la villa preferita del figlio di Cosimo, Ferdinando I, e in seguito abitata anche dal re Vittorio Emanuele II e la sua “Bella Rosina”, ai tempi in cui Firenze fu capitale d’Italia. Ci accoglieranno il grandissimo giardino all’italiana, il parco all’inglese, e i numerosi tesori custoditi nella villa: da non perdere Volterrano e i suoi Fasti Medicei!

CHIESE, BASILICHE E CONVENTI:

  • Santa Croce: conosciuta come “il Pantheon degli italiani illustri”, questa basilica francescana è, in effetti, il luogo di sepoltura di Galileo, Machiavelli, Michelangelo e molti altri. Troverete anche i più importanti cicli di affreschi medievali della città, così come capolavori del Rinascimento, principalmente opere di Donatello e Brunelleschi.

  • Santa Maria Novella: si tratta dell’altra grande basilica della città, legata a un altro ordine di frati mendicanti, i domenicani. Anche qui si concentrano importantissimi dipinti murali, medievali e rinascimentali, degli artisti più gettonati di ogni periodo. L’edificio è anche di una bellezza sconvolgente.

  • San Lorenzo: anch’essa basilica, San Lorenzo è anche il pantheon della famiglia Medici. Essi commissionarono la ristrutturazione interna rinascimentale di questa chiesa, così come la realizzazione di nuovi spazi (Cappelle Medicee, Sagrestia e Biblioteca), facendovi lavorare  i più grandi maestri: Brunelleschi, Donatello, Verrocchio, Michelangelo… da non perdere!

  • San Marco: chiesa, convento e museo, tutti spazi visitabili. Un luogo bellissimo e pieno di pace, anche nei momenti in cui la città è più affollata. Il museo conserva la collezione più importante di opere di Beato Angelico, frate domenicano di questo convento. Altri personaggi che vi sono legati sono Girolamo Savonarola e, di nuovo, i Medici. Cosimo il Vecchio, infatti, commissionò alcuni lavori in questo complesso, affidandoli a  Michelozzo, lo stesso architetto che costruì Palazzo Medici.
  • Santissima Annunziata: se volete visitare una chiesa-santuario, vi consigliamo di fermarvi all’Annunziata. Qui si venera l’affresco medievale di una Annunciazione considerata un’immagine sacra. Questa è sicuramente la chiesa preferita degli amanti del barocco, perché rappresenta uno dei pochi esempi di questo stile in città. In moltissimi hanno lavorato in questa chiesa, soprattutto artisti del periodo manierista e barocco;  ma, non preoccupatevi, un po’ di rinascimento non manca neanche qui!
  • Santo Spirito: l’interno della chiesa è di nuovo opera di Brunelleschi, quindi architettura rinascimentale! Questa chiesa è molto ampia e di grande serenità, nonostante le sue tante cappelle. Pochi sanno anche che qui si conserva un Cristo Crocifisso, opera del giovane Michelangelo, che in questo convento poté eseguire degli studi molto importanti per la sua arte!
  • Santa Trinita: questa piccola chiesa medievale in centro merita una visita. Di origine romanica, potrete ammirare la sua ristrutturazione gotica e le sue cappelle, ognuna commissionata da una famiglia fiorentina diversa. Da non perdere la Cappella Sassetti!
  • San Miniato al Monte: gioiello romanico, questa è una splendida chiesa con un panorama mozzafiato sulla città: si trova infatti su di una collina, a due passi dal famoso Piazzale Michelangelo, il belvedere di Firenze. Vi consigliamo assolutamente di entrare in questo unico esempio rimasto integro di architettura romanica, decorato con capolavori medievali e rinascimentali.

  • Battistero: si nota subito la bellezza di questo edificio, che si trova di fronte al Duomo, anche dall’esterno. Il suo interno, però, vi sorprenderà anche di più!

FIRENZE FUORI PORTA:

Per quelli che vogliono conoscere meglio non solo la città, ma anche i suoi dintorni, godendosi il paesaggio, la gastronomia e il vino della zona, ci sono diversi posti che possiamo proporre con visite guidate abbinate a un buon formaggio, salame, tartufo o bicchiere di vino 😉

  • Mugello: Parco di Pratolino
  • Greve in Chianti: le porte del Chianti!
  • San Casciano Val di Pesa: Cantina Antinori e Museo d’Arte Sacra
  • Certaldo: il borgo di Boccaccio
  • Barberino Valdelsa: Pieve di Sant’Appiano e Semifonte
  • Empoli: Collegiata di Sant’Andrea e Villa di Cerreto Guidi (Cerreto Guidi)

 

Commenti chiusi